IL FUTURO DELL’ISTRUZIONE E DELLA FORMAZIONE DEGLI ADULTI – Le riflessioni del Seminario “Adulti in formazione” – fonte EPALE

IL FUTURO DELL’ISTRUZIONE E DELLA FORMAZIONE DEGLI ADULTI – Le riflessioni del Seminario “Adulti in formazione” – fonte EPALE –

https://ec.europa.eu/epale/it/blog/istruzione-e-formazione-degli-adulti-quale-futuro

 

Sì è tenuto a Brescia il 5 settembre il seminario “Adulti in formazione”, organizzato da Atelier Europeo con la collaborazione di Europe Direct Lombardia e di una scuola aderente alla Rete Europa.

Cosa è emerso dal confronto? La formazione degli adulti resta una questione prioritaria, perché non saper leggere e scrivere non è solo uno svantaggio personale, ma è un costo per la società.

Quali sono i costi dell’analfabetismo? Si legge in Le politiche dell’Unione Europea. Istruzione e formazione: la chiave per il nostro futuro (Ufficio delle pubblicazioni dell’Unione europea, Lussemburgo 2014) che nei paesi sviluppati la spesa per l’analfabetismo ammonta a oltre 500 miliardi di euro l’anno.

In Europa, quali competenze si raggiungono e a che livello? Nell’UE circa il 20 % dei giovani non raggiunge il livello minimo di competenze in lettura, matematica e scienze e 6 milioni di persone abbandonano la scuola al termine della secondaria inferiore o prima. Un deficit di competenze con un forte impatto sociale: in base alle statistiche un adulto poco qualificato su due ha un impiego, mentre il tasso di occupazione cresce per gli adulti con un elevato livello di qualifiche.

Qual è la situazione in Italia? Sono quasi 2 milioni e mezzo gli adulti (il 7,3% degli italiani 25-64enni) che hanno partecipato ad attività di formazione. Il tasso di partecipazione alle attività di formazione in Italia è ancora inferiore rispetto alla media europea (10,7%) e al dal parametro di benchmark da raggiungere, fissato dalla strategia ET2020 (15%).

Per approfondire e scaricare i materiali del seminario: http://www.ateliereuropeo.eu/adulti-in-formazione/