Da “Bollettino ITALS”: Percorsi di italiano L2 in una classe di detenuti – di Laura Acquistapace

“Percorsi di italiano L2 in una classe di detenuti” – di Laura Acquistapace

Articolo tratto dal numero 76 del Bollettino Itals (novembre 2018, anno 16)

Abstract:

L’articolo che segue nasce dalla mia esperienza di insegnamento dell’italiano come lingua seconda in contesto penitenziario, in servizio sulla nuova Classe di Concorso A23. Nello specifico, verranno descritte alcune attività proposte ad una classe di detenuti, nate dall’esigenza di migliorare la produzione scritta e contestualmente dal tentativo di “alleggerire” il momento della scrittura, di farne un momento di evasione e di espressione di sé.
In primo luogo, si forniscono alcune informazioni sul contesto, quindi sulla Casa Circondariale Sant’Anna, sull’organizzazione delle attività scolastiche al suo interno e sulle caratteristiche della classe nella quale si è svolto l’intervento.
In secondo luogo, dopo un approfondimento sulle motivazioni alla base della scelta della scrittura, vengono descritte nel dettaglio alcune attività di produzione scritta proposte alla classe: in particolare, due attività di produzione di brevi racconti al
passato a partire da immagini e due attività ispirate agli atelier di scrittura di Elisabeth Bing.
Infine, la conclusione trae un bilancio dell’esperienza e presenta alcune riflessioni sulle opportunità che l’istituzione della classe di concorso A-23 offre all’istruzione in ambito penitenziario.

Per leggere l’articolo integrale: vai qui