Ricerca PAIDEIA

Nel dicembre 2017 il CPIA di Verona è stato nominato dal MIUR Centro regionale per lo svolgimento delle attività di Ricerca, Sperimentazione e Sviluppo, di cui all’articolo 28, comma 2, lettera b del D.M. 663/2016 per la Regione Veneto.

Il progetto di ricerca prevede l’analisi di due tematiche:

A – La lettura dei fabbisogni formativi degli adulti del territorio (D.D. 1250/15 art.3, co.4, lett.a);

B – La progettazione formativa e la ricerca valutativa nei percorsi di istruzione dei C.P.I.A. (D.D. 1250/15 art.3, co.3, lett.a).

 

I 17 Centri di Ricerca, Sperimentazione e Sviluppo si sono costituiti in una rete nazionale.

Il 16 gennaio 2018, a Gallipoli, si è svolto il primo incontro tra i 17 Centri di Ricerca d’Italia.

Protocollo d’Intesa

 

I CPIA del Veneto sono impegnati in due progetti del Piano P.A.I.DE.I.A.:

TIPOLOGIA A – Applicazione sperimentale dei «prodotti» elaborati ad esito delle “attività” e degli “interventi” realizzati dai CPIA ai sensi dell’art. 26, comma 2 del DM 435/15.

La Rete dei CPIA del Veneto ha messo a punto due percorsi di sperimentazione afferenti agli ambiti:

                  2.A2: «progettazione comune dei percorsi di primo e secondo livello»

                  3.B1: «interventi finalizzati al recupero, all’organizzazione e al sostegno dei minori e degli adulti anche dopo la loro uscita dal circuito detentivo»

Capofila del progetto: CPIA di Padova

TIPOLOGIA B – Attivazione presso il CPIA di Verona di un centro di ricerca regionale, di sperimentazione e sviluppo.

Il progetto di ricerca si articola in due azioni, tendenzialmente complementari, che sono rivolte ad indagare: a) La lettura dei fabbisogni formativi degli adulti del territorio (D.D.1250/15 art.3, co.4, lett.a);

  1. b) La progettazione formativa e la ricerca valutativa nei percorsi di istruzione dei C.P.I.A. (D.D. 1250/15 art.3, co.3, lett.a).

Il CPIA di Verona aderisce alla Rete nazionale dei Centri regionali dei CPIA capofila di progetti di RS&S.